POLITICA, DEMOCRAZIA, TRASPARENZA O PROCURATO ALLARME PUBBLICO?

di maurizio aversa

enza caporaleA Marino, dopo lo scioglimento del Consiglio comunale e il commissariamento del Comune, la preparazione delle elezioni amministrative sono entrate in zona calda. Era ed è prevedibile. Così come il confronto e lo scontro in atto tra protagonisti della città per proporre, dal proprio punto di vista, migliori soluzioni da offrire ai cittadini. Tuttavia, anche nelle asperità, vanno decisamente condannate le cadute di stile che, invece di concentrare l’attenzione sulla proposizione delle soluzioni, cerca di indirizzare il primo piano delle questioni su una fasulla meritocrazia. Le elezioni, anche amministrative, hanno come contenuto di dover proporre soluzioni, con una squadra che le realizzi. Nel caso specifico, con la nitidezza dei profili politici che rendano protagonisti i cittadini nella scelta di partiti e liste, associati in coalizioni, che, oggi a Marino, vede contrapporsi sia un blocco di centrodestra ed uno di centrosinistra, sia varie singolarità ed il solitario non fertile M5S.

Dentro tutto ciò puo’ e deve svolgersi il confronto e lo scontro. Se avviene dell’altro, siamo in un altro campo. Per questo se un commissario di partito, come quello dell’IDV, mette in pubblico gravi intimidazioni subite, e nel denunciarle le utilizza come “lotta politica” è anche lecito. A patto del rispetto della trasparenza, della salvaguardia democratica e del ricorso alle istituzioni. Per cui la gravissima denuncia “attento mi dissero, vai contro interessi troppo forti, affari troppo grandi…è gente che spara, non ti faranno fare il Sindaco…tu non garantisci” che oggi è sbandierata sul proprio profilo personale; necessita di risposte pubbliche chiare: 1. Chi ha rivolto, quando e in che circostanza queste minacce al commissario IDV? 2. Quando IDV o il commissario stesso hanno presentato apposita denuncia sull’accaduto? Il commissario IDV ha reso noto al reggente il comune di Marino, che è anche viceprefetto, quindi alto rappresentante dello stato, quanto accaduto? Allo stesso modo, ha reso noto agli alleati politici, PD in testa, col quale ha condiviso e sottoscritto documenti comunali, tutto ciò?

Non appena, presumiamo seduta stante, Idv Marino renderà noto con trasparenza, per perseguire la democrazia nella città, aiutare la politica a confrontarsi al meglio contro ogni intromissione, tutta questa vicenda, ci esprimeremo nel merito, come sempre, contro ogni metodo antidemocratico. Allo stesso modo, per evitare che ciò non sia chiarito, risultando una non-notizia, dichiariamo che il procurato allarme, è anch’esso un modo antidemocratico. Perciò, queste nostre considerazioni, scritte a seguito della presa visione della pagina FB personale di Marco Comandini, le rimettiamo anche al Commissario del Comune di Marino, dott.ssa Enza Caporale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...